Progettazione energeticamente efficiente

Lo studio, come tema centrale, pone la massima attenzione alla sostenibilità, all’efficienza energetica e al comfort abitativo. Il vecchio modo di progettare ha portato alla creazione di un patrimonio edilizio energivoro, inquinante e di bassa qualità.

La Direttiva 2009/28 della Comunità Europea, chiamata anche “20-20-20″ si pone come obiettivo la riduzione del 20% delle emissioni inquinanti, la riduzione del 20% dei consumi energetici e l’aumento al 20% dell’utilizzo di fonti rinnovabili. Inoltre, entro il 2020 gli edifici di nuova costruzione in Lombardia dovranno essere “a energia quasi zero”.

La progettazione non può quindi continuare ad essere legata al modo di costruire passato, ma deve guardare sempre più al futuro, deve essere attenta al risparmio energetico, deve sfruttare al meglio le fonti energetiche rinnovabili e utilizzare materiali sostenibili. Gli edifici a basso consumo energetico oltre ad essere rispettosi dell’ambiente, offrono un ritorno economico grazie ai ridotti costi di gestione per il riscaldamento invernale e il raffrescamento estivo, contribuendo al benessere e al comfort di chi ci abita.

Costruire l’efficienza energetica: il dovere di ogni progettista.

Comments are closed.